Allarme italiano per infiltrazioni da Libia – Guardian

In un documento dei servizi di intgelligence italiani di cui il quotidiano britannico The Guardian ha avuto visione si afferma che un certo numero di combattenti dell’Isis è passato dalla Libia in Europa approfittando fraudolentemente, con la complicità di una complessa organizzazione, di un programma destinato a dare assistenza ospedaliera ai soldati regolari libici feriti.

Continua a leggere

Francia: Parigi, terrore sui Campi Elisi

Quando mancano tre giorni al primo turno delle elezioni presidenziali francesi, nella serata del 21 aprile 2017 all’ora di cena sul viale più famoso di Parigi gremito di passanti e turisti un uomo scende all’improvviso dalla sua auto imbracciando un kalashnikov e apre il fuoco contro un furgone della polizia uccidendo un agente e ferendone due altri, uno dei quali gravemente, prima di essere ucciso a sua volta. L’ attentato verrà rivendicato poco dopo dall’Isis.

Continua a leggere

Attentato Reina: USA uccidono il “facilitatore”

Fonti ufficiali americane hanno reso noto il 22 aprile 2017 che con un’operazione militare terrestre coperta dal segreto è stato ucciso un esponente di primo piano dell’ Isis considerato uno stretto collaboratore del capo di quell’organizzazione terroristica islamica, il “califfo” Abu Bakr al-Baghdadi. L’uomo, Abdurakhmon Uzbeki, era anche coinvolto nell’attentato al night culb turco “Reina”, costato la vita a 39 persone.

Continua a leggere

Borussia Dortmund: non terrorismo ma criminalità

Una tentata speculazione di Borsa assassina e non il terrorismo islamico come ipotizzato in un primo tempo sarebbe stata alla base dell’attentato dinamitardo dell’ 11 aprile 2017 contro la squadra di calcio del Borussia Dortmund: lo ha reso noto il 21 aprile la polizia tedesca che ha anche annunciato l’ arresto del responsabile.

Continua a leggere

Dortmund: minaccia islamica su Borussia FC

Un attentato dinamitardo nel quale rimangono ferite lievemente due persone viene compiuto nella serata dell’11 aprile 2017 a Dortmund, nella Germania occidentale, contro un pullman che recava a bordo la squadra locale di calcio. Nelle ore successive la polizia seguendo la pista del terrorismo islamico arresta un giovane iracheno ma poi deve scagionarlo anche se il sospettato rimane in detenzione per altri capi di imputazione legati al terrorismo.

Continua a leggere

Svezia: camion sulla folla come a Nizza e Berlino

Nel pomeriggio del venerdi 7 aprile 2017 in una delle vie pedonali più commerciali nel centro di Stoccolma un camion carico di birra all’improvviso sale su di un marciapiedi e falcia i passanti prima di schiantarsi contro un muro. Nell’urto muoiono quattro persone, 15 altre rimangono ferite. L’autore di quello che appare subito come un atto di terrorismo riesce a fuggire ma qualche ora dopo la polizia arresta un sospettato ed un suo presunto complice.

Continua a leggere

Spagna: Eta a un passo da fine lotta armata

Con una lettera inviata alla Bbc e resa nota il 7 aprile 2017 dall’emittente britannica l’organizzazione terroristica basca Eta, una delle poche rimaste in Europa, ha annunciato che l’indomani, 8 aprile, sarebbe stato il giorno del proprio disarmo definitivo, penultimo passo verso la fine della lotta armata contro il governo di Madrid condotta per decenni.

Continua a leggere

San Pietroburgo: tre arresti per attentato metro

L’arresto di tre persone sospettate di essere coinvolte nell’attentato della metrtopolitana di tre giorni prima è stato reso noto il 6 marzo 2017 dagli inquirenti a San Pietroburgo, seconda città della Russia per ordine di importanza. Nell’appartamento dei tre, hanno ancora detto gli inquirenti, sono stati trovati elementi di un ordigno esplosivo.

Continua a leggere