Terrorismo

Manchester, strage al concerto di Ariana Grande

Ariana Grande, la cantante pop americana idolo delle teen agers, aveva appena terminato il suo show nella grande e affollata arena coperta di Manchester, in Gran Bretagna, quando alle 22:30 circa del lunedi 22 maggio 2017 Salman Abedi, cittadino inglese di origini libiche, si fa saltare in aria in mezzo alla folla provocando una strage: con lui muoiono altre 22 persone, per lo più adolescenti, e 120 altre rimangono ferite. E’ il più grave degli attentati – perché come tale viene riconosciuto da subito – avvenuti nel Regno Unito dal 2005 quando 55 persone persero la vita a Londra in una serie di incursioni condotte contro il sistema dei trasporti cittadino.

Per favore accedi per consultare questo contenuto. (Non sei ancora iscritto? Iscriviti gratuitamente!)
Reset della password
Inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.