Era Berlusconi Palazzo Chigi

Berlusconi: il “commissariamento” da parte della Bce

Incalzato da una profonda crisi economico-finanziaria che si aggrava di giorno in giorno, il 5 agosto 2011 durante una conferenza stampa convocata in fretta e furia il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, affiancato da Giulio Tremonti e Gianni Letta, annuncia che la manovra a carico delle famiglie con tagli al welfare fiscale e al welfare Inps presentata appena il mese prima come un rimedio da ultima spiaggia cui fare eventualmente ricorso nel 2013, scatterà invece nel 2012 per poter giungere al pareggio di bilancio nel 2013 anziché nel 2014 come annunciato appena due giorni prima. A motivare il drammatico ripensamento è – secondo una ricostruzione ricorrente – una dura lettera della Banca centrale europea i cui toni perentori suggeriscono un “commissariamento” di Roma da parte dell’Autorità monetaria europea.

Per favore accedi per consultare questo contenuto. (Non sei ancora iscritto? Iscriviti gratuitamente!)
La sezione Commenti è protetta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Reset della password
Inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.