Chi, come, quando, dove, perché ...

L' Italia come palcoscenico per la rappresentazione
di un'opera buffa che spesso non lo è. Personaggi, luoghi, eventi ed altro ...

rss

1
I fattori scatenanti della crisi del PD a guida Renzi
2
L’ Italia e i calcoli sbagliati di Bruxelles
3
Ligresti e il capitalismo di relazione
4
Allarme italiano per infiltrazioni da Libia – Guardian
5
Francia: Parigi, terrore sui Campi Elisi
6
Attentato Reina: USA uccidono il “facilitatore”
7
Borussia Dortmund: non terrorismo ma criminalità
8
Marsiglia: arresti per attentato a ridosso elezioni
9
Dortmund: minaccia islamica su Borussia FC
10
Egitto: copti ancora vittime attentati Isis

I fattori scatenanti della crisi del PD a guida Renzi

Rottamazione, disintermediazione, democrazia maggioritaria: questi i fattori che spiegano la perdita di consensi registrata negli ultimi cinque anni dal PD, crollato a livelli che non hanno uguali nelle socialdemocrazie occidentali ad eccezione del caso francese. Questa, in sostanza, l’analisi presentata dal sociologo Carlo Trigilia nell’ultimo numero della rivista “il Mulino”.

Segue

L’ Italia e i calcoli sbagliati di Bruxelles

I due leader italiani che assicuravano all’Europa di poter arginare i “populismi” se solo gli si dava “qualche margine in più” (flessibilità) sul versante dei conti pubblici sono usciti sonoramente sconfitti dalle elezioni politiche del 4 marzo 2018. Cosicché l’Europa si è ritrovata con un’Italia ancora più indebitata dato il sostanziale fallimento delle (costose) politiche economiche varate in deficit con l’autorizzazione di Bruxelles e oltretutto pronta ad essere governata proprio da quella maggioranza parlamentare che si intendeva impedire assecondando Matteo Renzi e il suo PD e Silvio Berlusconi con Forza Italia.

Segue

Ligresti e il capitalismo di relazione

Muore in clinica a Milano il 16 maggio 2018 a 86 anni l’ingegnere e immobiliarista Salvatore Ligresti, siciliano di nascita trapiantato però da giovane nella “capitale morale” d’Italia dove dopo un matrimonio importante costruisce cospicue fortune coltivando amicizie “giuste”, da Bettino Craxi a Enrico Cuccia, e dove però incappa ripetutamente in guai giudiziari fino ad essere travolto malamente dalle inchieste intorno alle sue società FonSai e Premafin. Con lui scompare uno dei più noti esponenti del “capitalismo di relazione” italiano.

Segue

Allarme italiano per infiltrazioni da Libia – Guardian

In un documento dei servizi di intgelligence italiani di cui il quotidiano britannico The Guardian ha avuto visione si afferma che un certo numero di combattenti dell’Isis è passato dalla Libia in Europa approfittando fraudolentemente, con la complicità di una complessa organizzazione, di un programma destinato a dare assistenza ospedaliera ai soldati regolari libici feriti.

Segue

Francia: Parigi, terrore sui Campi Elisi

Quando mancano tre giorni al primo turno delle elezioni presidenziali francesi, nella serata del 21 aprile 2017 all’ora di cena sul viale più famoso di Parigi gremito di passanti e turisti un uomo scende all’improvviso dalla sua auto imbracciando un kalashnikov e apre il fuoco contro un furgone della polizia uccidendo un agente e ferendone due altri, uno dei quali gravemente, prima di essere ucciso a sua volta. L’ attentato verrà rivendicato poco dopo dall’Isis.

Segue

Attentato Reina: USA uccidono il “facilitatore”

Fonti ufficiali americane hanno reso noto il 22 aprile 2017 che con un’operazione militare terrestre coperta dal segreto è stato ucciso un esponente di primo piano dell’ Isis considerato uno stretto collaboratore del capo di quell’organizzazione terroristica islamica, il “califfo” Abu Bakr al-Baghdadi. L’uomo, Abdurakhmon Uzbeki, era anche coinvolto nell’attentato al night culb turco “Reina”, costato la vita a 39 persone.

Segue

Dortmund: minaccia islamica su Borussia FC

Un attentato dinamitardo nel quale rimangono ferite lievemente due persone viene compiuto nella serata dell’11 aprile 2017 a Dortmund, nella Germania occidentale, contro un pullman che recava a bordo la squadra locale di calcio. Nelle ore successive la polizia seguendo la pista del terrorismo islamico arresta un giovane iracheno ma poi deve scagionarlo anche se il sospettato rimane in detenzione per altri capi di imputazione legati al terrorismo.

Segue

Copyright © 2017. Created by Meks. Powered by WordPress.